Archivi del mese: giugno 2015

L’ultimo pirata della Patagonia

In Patagonia con Tito Barbini

Firenze, 8 giugno 2015 – Pescatore di corallo, contrabbandiere, avventuriero, corsaro: Pasqualino Rispoli, un Corto Maltese in carne e ossa, veniva da Torre del Greco, e all’inizio del Novecento iniziava le sue scorrerie nella Terra del Fuoco, dove era giunto sulle tracce del padre. Lo scrittore di viaggio Tito Barbini ripercorre la sua storia ne L’ultimo pirata della Patagonia (Mauro Pagliai, Le non guide, pp. 152, euro 10), un romanzo nelle cui pagine rivivono ancora una volta personaggi e terre lontane. Il libro sarà presentato in anteprima a Firenze mercoledì 10 giugno alle 18.30 nei locali della Libreria On the Road (Via Vittorio Emanuele II, 32 a/r), nell’ambito del Festival del Viaggio. Con l’autore sarà presente Paolo Ciampi.
Barbini è stato, per molti anni, figura di primo piano nella politica toscana. Già sindaco di Cortona, poi assessore regionale, ha lasciato tutto alle spalle e ormai a tempo pieno è scrittore di viaggi. Con Polistampa ha pubblicato i fortunati Le nuvole non chiedono permesso (2006) e Antartide (2008). Con Vallecchi Caduti dal Muro, scritto con Paolo Ciampi, I giorni del riso e della pioggia (2010) e Il Cacciatore di ombre (2011). Ne L’ultimo pirata della Patagonia si mette a distanza di oltre un secolo sulle tracce di Rispoli, leggendario navigatore, il cui cammino avventuroso si incrocerà con quello del giovane anarchico Simon Radowitzky e con la sua evasione dal famigerato bagno penale di Ushuaia. Sullo sfondo una terra di esploratori e ribelli, cercatori d’oro senza scrupoli e pescatori di balene: una strana comunità di avventurieri finiti in fondo al mondo per le ragioni più disparate. Una landa ignota, per lo più ancora da scoprire, percorsa dal vento e dal gelo, abitata da sparuti gruppi di indigeni costantemente minacciati dai cacciatori di teste. Un romanzo esotico e coinvolgente dalla prima all’ultima pagina, un viaggio fantastico che non finisce mai: perché le storie conducono sempre ad altre storie…

9788856403107.gif Tito Barbini

L’ultimo pirata della Patagonia
Viaggi veri e immaginari nei mari e nella terra ai confini del mondo
Mauro Pagliai, 2015
Pagine: 152
Caratteristiche: ill. b/n, formato pentagono, br., 12×17
ISBN: 9788856403107

Collana: Le non guide, 9

Settore: TL7 / Geografia, viaggio, guide
Anche: L6 / Diari, memorie

Prezzo: 10.00 €
Sconto: 15% (risparmio 1.50 €)

carrello_acq.jpg
Vai alla scheda autore
È l’avventura di Pasqualino Rispoli, leggendario pirata dei mari a sud dello Stretto di Magellano, un Corto Maltese prima del tempo che inizia le sue scorrerie nella Terra del Fuoco agli inizi del Novecento. Quando vi arriva da Torre Del Greco è poco più che un ragazzo, il cui cammino si incrocerà con quello del giovane anarchico Simon Radowitzky e con la sua evasione dal famigerato bagno penale di Ushuaia.
Patagonia di esploratori e ribelli, cercatori d’oro senza scrupoli e cacciatori di balene: una strana comunità di avventurieri finiti in fondo al mondo per le ragioni più disparate. Una terra ignota, per lo più ancora da scoprire, percorsa dal vento e dal gelo, abitata da sparuti gruppi di indigeni sterminati dai cacciatori di teste.
A distanza di oltre un secolo lo scrittore Tito Barbini si mette sulle tracce di questo personaggio unico, e nel ripercorrerne le gesta ci porta con sé nelle terre e nei mari dell’emisfero australe. Il suo romanzo, esotico e coinvolgente dalla prima all’ultima pagina, è un viaggio fantastico che non finisce mai: perché le storie conducono sempre ad altre storie…
Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria