Archivi del mese: dicembre 2011

Spigolature plautine e terenziane in Leon Battista Alberti

appresso.jpg

1x1.gif
Alberto Martelli

«Appresso i comici poeti»
Spigolature plautine e terenziane in Leon Battista Alberti

Organizzazione dell’opera:

Abbreviazioni bibliografiche

I. La Philodoxeos fabula
II. Le Intercenales
III. Altri loci dell’Alberti latino
IV. Le opere volgari

Appendice

Indici
Indice dei passi di Plauto e Terenzio
Indice delle opere di Leon Battista Alberti
Indice dei manoscritti
Indice dei nomi e dei luoghi

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria

Il ritorno di Glenn Cooper

Il marchio del DiavoloGlenn Cooper, Il marchio del diavolo, Nord

Torna l’autore di La Biblioteca dei Morti e di La Mappa del Destino.

Dal 7 dicembre in libreria il nuovo, imperdibile romanzo di Glenn Cooper
un fenomeno editoriale senza precedenti
più di un milione di copie vendute in Italia

Il marchio del diavolo
Da secoli camminano in mezzo a noi… ma solo un’anima pura può riconoscere i segni e spegnere il fuoco del male

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria

L’esercito di Roma

L’ESERCITO DI ROMA

di Chris McNab

Fuori collana
Prima edizione fuori collana: dicembre 2011
In 8°, brossura, pagine 342
ISBN: 978-88-6102-125-9
prezzo: Euro 32,00 i.i.

Traduzione di Rossana Macuz Varrocchi
Con numerose illustrazioni e immagini
Illustrazione di copertina: Luca Tarlazzi

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria

Cristina di Svezia e il suo Cenacolo Alchemico

Martedì 6 dicembre ore 18.00

al Museo Cappella Sansevero

(via F. De Sanctis, 19/21 – 80134 Napoli)

alla presentazione del libro

Cristina di Svezia e il suo cenacolo alchemico di Anna Maria Partini

Intervengono: Adriana Carnevale, Claudio Lanzi, Massimo Marra

sarà presente l’Autrice

www.edizionimediterranee.net

Questo testo prosegue e amplia le ricerche dell’Autrice su Cristina di Svezia, su Francesco Santinelli e su Massimiliano Palombara, presentandoci episodi biografici e analisi testuali interessanti non soltanto dal punto di vista storico ma rivelatori dell’“opera alchemica” di questi tre personaggi, tutti appassionati del conoscere e del sapere che in quel periodo si esplicava attraverso l’alchimia e l’astrologia. Praticare queste materie non era in contrasto con la religione cattolica, lo dimostra il fatto che Cristina di Svezia rinunciò a un regno che amava e sapeva governare, per abbracciare la religione cattolica. Forse Cristina è il personaggio che esprime più validamente la rinuncia al mondo terreno, addirittura a un regno, per seguire più liberamente i suoi impulsi sapienziali e religiosi. Non a caso è stata chiamata “Minerva del Nord”. In particolare nel libro viene ricordata e commentata la famosa porta magica di piazza Vittorio, ingresso secondario di Villa Palombara sull’Esquilino, uno dei pochi monumenti alchemici rimasto intatto nei secoli. Alcune rime del poeta e latinista Massimiliano Paombara, riscoperte recentemente in due manoscritti dell’Archivio Palombara-Massimo, che vengono pubblicate per la prima volta, si riferiscono alle “massime” della Porta Magica. In base allo studio di queste rime, l’Autrice ha potuto affermare che le “iscrizioni ermetiche” incise sotto i simboli della Porta e sulle pareti del “palazzino” sono opera del Palombara stesso e non del fantomatico pellegrino del Cancellieri come si è sempre creduto.

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria