I due volti del Venezuela

I due volti del Venezuela
Esce tragico libro verità dell´imprenditore che ha vissuto trent´anni nel paese di Chavez

Firenze, 19 novembre 2012 – C´è il Venezuela della foresta amazzonica, delle spiagge incantevoli e della natura incontaminata. E c´è il Venezuela della criminalità, del sangue e del terrore. Come a Caracas, la città che non dorme mai, dove la notte scatta il coprifuoco e le bande armate girano liberamente. Dove ogni fine settimana le sparatorie mietono tra le cinquanta e le ottanta vittime, e quasi tutti i casi restano insoluti. A raccontare la doppia faccia del paese governato da Ugo Chavez è Gianni Cappellin, imprenditore di origine veneta che in Venezuela vive da trent´anni e che ha deciso di raccontare la sua esperienza, culminata in un tragico episodio lo ha portato a un passo dalla morte. Il suo libro verità, intitolato L´uomo di sale. Il mio Venezuela rosso sangue e smeraldo (Mauro Pagliai Editore, pp. 256, euro 10) è una testimonianza lucida e drammatica su un mondo lontano fatto di luci ed ombre, dove è possibile trovare nel giro di pochi giorni la propria fortuna così come la propria rovina.
Cappellin, 55 anni, è nato a Milano da famiglia veneziana. Laureatosi in Economia alla Bocconi, è espatriato nel 1980 in Venezuela, dove ha fondato il gruppo di imprese "Alnova", importanti aziende del settore wine & spirits. Nel luglio del 2011, durante una gita in barca con la figlia Claudia, viene aggredito e sequestrato da un pescatore da cui aveva comprato alcune aragoste. Ferito alla gola, in bilico tra la vita e la morte, dopo un´intera, interminabile notte di paura riesce per miracolo a salvare se stesso e la giovane Claudia, obiettivo principale dell´agguato. Quell´esperienza terribile lascerà in entrambi una traccia indelebile, rinnovando allo stesso tempo l´amore per la vita. Cappellin racconta, con il piglio efficace e coinvolgente del vero narratore, un paese violento all´estremo, una realtà magica ed efferata, un "paradiso azzurro cobalto dietro al quale si cela anche un orrendo buio".

9788856402438.jpg Gianni Cappellin

L´uomo di sale
Il mio Venezuela rosso sangue e smeraldo
Mauro Pagliai, 2012
Pagine: 256
Formato: br., 12×17
ISBN: 9788856402438

Collana: Libro verità / Nuova serie, 14

Settore: L6 / Diari, memorie
Altri settori: TL7 / Geografia, viaggio, guide / SS1 / Politica

Prezzo: 10.00 €

«Zitto o ti uccido!» ripete feroce l’uomo di sale, come se la lama puntata alla gola da sola non bastasse a rendere l’idea di una terribile minaccia.
Il paese che Giovanni Cappellin ha scelto nei primi anni ’80 per ripartire da zero, dopo una prestigiosa laurea alla Bocconi, è il Venezuela. È il paese delle foreste incontaminate dell’Amazzonia. Ed è anche la terra selvaggia dei Guajiros. Solo a Caracas ogni fine settimana si registrano dai cinquanta agli ottanta casi di morti ammazzati in violenti scontri a fuoco. Queste pagine fotografano una realtà magica ed efferata allo stesso tempo: dai successi professionali dell’autore al suo incontro con Lidia, la moglie, fino al luglio 2011 quando, durante una breve vacanza all’isola della Tortuga, Giovanni viene aggredito insieme alla figlia. Quella che seguirà sarà una lunga nottata di terrore, descritta nei particolari più atroci, ma che saprà tirar fuori dai protagonisti un rinnovato amore per la vita. Con uno stile efficace e coinvolgente Cappellin ci restituisce così tutto il fascino di un paradiso azzurro cobalto dietro al quale si cela anche un orrendo buio.
Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...