Boccaccio geografo

boccacci.jpg

1x1.gif
Wake Forest University / Ente Nazionale Giovanni Boccaccio
Boccaccio geografo
Un viaggio nel Mediterraneo tra le città, i giardini e. il ‘mondo’ di Giovanni Boccaccio
a cura di Roberta Morosini
Dopo i rivoluzionari studi di Manlio Pastore Stocchi sul De Canaria, innovativo contributo alla letteratura di scoperta ed esplorazione oceanica, per la prima volta storici, geografi e letterati si fermano a discutere di Boccaccio geografo. Il testo, unico nel suo genere, ripercorre le tappe umane e intellettuali dei viaggi di Boccaccio, indaga sulle sue conoscenze geografiche, descrive la sua vivace curiosità per il mondo e per culture e popoli lontani dalle coste mediterranee.
Boccaccio geografo, corredato da un accurato indice dei luoghi e da preziose mappe e portolani custoditi nei manoscritti delle biblioteche italiane e straniere, si interroga anche sul modo in cui il narratore Boccaccio racconta ‘quegli’ spazi e ‘quei’ viaggi. Ne emerge un racconto geografico a più tappe, un ‘vocio’ filtrato continuamente dalla memoria letteraria e biografica. La Napoli di Virgilio poeta dell’Eneide e la Lunigiana di Dante esule, il giardino che sa di Oriente e di Occidente, la vite toscana che incontra l’arancio, gli odori e i sapori di terre lontane nel cuore di un Mediterraneo più immaginato che vissuto, spazio di un’alterità letteraria più che topografica, come quelle lontane Isole Fortunate che non sembrano poi così diverse da Berlinzone, nella contrada che si chiamava Bengodi, in cui Calandrino spera di trovare l’elitropia. Geografia fisica e geografia umana si incontrano in quest’opera e gli ‘spazi’, dal giardino alla città, dal Mediterraneo all’Oriente, diventano veri e propri percorsi conoscitivi non solo strettamente geografici, ma letterari e culturali.

Contenuti:
Andrea Cantile, Fantasia e misura nella imago mundiClaude Cazalé Bérard, Il giardino di Fiammetta
Michelina Di Cesare, Il sapere geografico di Boccaccio tra tradizione e innovazione
Claudio Greppi, Il dizionario geografico di Boccaccio. Luoghi e paesaggi nel De montibus
Nicolò Budini Gattai, La percezione del mondo greco del XIV secolo
Janet Levarie Smarr, Altre razze ed altri spazi nel Decameron
Luca Marcozzi, Raccontare il viaggio: tra Itineraria ultramarina e dimensione dell’immaginario
Roberta Morosini, Napoli: Spazi rappresentativi della memoria
Theodore J. Cachey jr., Petrarca, Boccaccio e le isole fortunate. Lo sguardo antropologico
Indice dei luoghi

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...